Fattori climatici e agrotecnici che influenzano la durabilità degli ortaggi

Fattori climatici e agrotecnici che influenzano la durabilità degli ortaggi.

Fattori climatici

La durata di conservazione delle verdure è influenzata dalla loro qualità, che dipende in gran parte dall'andamento del tempo durante la stagione di crescita degli ortaggi.

• La temperatura influisce sulla crescita, maturazione e la qualità e il valore nutritivo delle verdure.

• Irraggiamento solare – le verdure possono essere danneggiate prima della raccolta (macchie gialle su pomodoro e peperone) e dopo la raccolta (danno fisiologico), pertanto la raccolta va effettuata al mattino.

• Precipitazioni, durante la stagione di crescita, influiscono sulla resa e sulla qualità degli ortaggi, le verdure richiedono più precipitazioni all'inizio della stagione di crescita che durante la maturazione e la raccolta. Ad esempio, le piogge eccessive al termine della coltivazione delle cipolle influiscono sulla maturazione irregolare e sulla salute e qualità della buccia secca..

Fattori agrotecnici

• Suolo – il tipo di terreno influenza significativamente la crescita, Ritaglia, qualità e valore di conservazione delle verdure. Lo spettacolo degli esperimenti effettuati presso l'Istituto di orticoltura di Skierniewice, quel sedano coltivato su suolo nero aveva la migliore stabilità allo stoccaggio, inferiore coltivato su terreno di torba. Al contrario, i porri vengono coltivati ​​su terreno di torba, Terre nere e suoli marroni erano caratterizzati da una migliore capacità di stoccaggio.

• Modificare – cioè la corretta sequenza delle piante una dopo l'altra è uno dei fattori più importanti che determinano la dimensione e la qualità del raccolto, valore nutrizionale, idoneità alla lavorazione e conservazione, particolarmente importante quando si coltivano ortaggi destinati alla conservazione a lungo termine. Nella rotazione degli ortaggi, di norma, oltre alla coltura principale, vengono utilizzate le colture anteriori, popeline, così come coltivare le coordinate. È molto importante quando si organizza una rotazione delle colture, per non far crescere piante imparentate una dopo l'altra. Le piante di una famiglia botanica possono essere attaccate dalle stesse malattie e parassiti, ad es.: tuberi (carota, venditore) non dovrebbe più essere coltivato, di cosa 4 anni nello stesso campo, evitando posizioni di piante umbellate e crocifere.

• Fecondazione – quando si seleziona la concimazione delle verdure destinate alla conservazione a lungo termine, il rapporto tra i singoli componenti a disposizione delle piante è importante, soprattutto azoto al potassio. Ad esempio, un eccesso di azoto alla fine della crescita delle cipolle è sfavorevole, risultando in una maggiore proporzione di bulbi con un collo più spesso e quindi una minore stabilità allo stoccaggio.

• Irrigazione – l'elevata variabilità delle condizioni meteorologiche rende necessario integrare le carenze idriche con l'irrigazione, perché senza di essa non si può arrivare negli alti poderi, colture stabili e di buona qualità. L'irrigazione consente inoltre di seminare e piantare in modo tempestivo, così come la raccolta tempestiva delle verdure. Tenere a mente durante l'irrigazione, che vengono utilizzati solo per aumentare la resa, causando una riduzione della qualità e della stabilità allo stoccaggio. Osservare le date di irrigazione ed evitare eccessive fluttuazioni dell'umidità del suolo.

• Protezione delle piante – i prodotti fitosanitari possono influenzare la crescita e il valore biologico degli ortaggi in diversi modi. Durante la stagione di crescita, le colture dovrebbero essere protette regolarmente da parassiti e malattie, perché solo questo può garantire verdure di buona qualità. notare che, che tutte le misure di sicurezza dovrebbero essere utilizzate come raccomandato, perché la scomparsa dei loro residui nelle verdure immagazzinate è più lenta che durante la loro vegetazione. Negli esperimenti effettuati presso l'Istituto di Orticoltura di Skierniewice è stato dimostrato, che è altamente efficace nel proteggere le radici di stoccaggio del sedano dal marciume del legno duro (S. sclerozio), dopo la loro conservazione a lungo termine, hanno mostrato: azoksystrobina, estratto di pianta del tè, perossido di idrogeno, estratto di fragola e olio di arancia.